Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Notizie
“Per me che cos’è la memoria? Come la vivo? E’certamente ansia: quell’affanno che mi prende al pensiero di quanto poco si sa di noi, di quanto poco, ancora oggi, in certi ambienti, si vuol sapere o che di noi si sappia.”, con queste parole ha esordito Annamaria Crasti, esule istriana che venerdì 1 marzo ha incontrato gli studenti delle classi quinte.
Con grande coinvolgimento emotivo, dopo più di settant’anni dalla fuga da Orsera, suo paese natale, la relatrice ha sottolineato che la Storia non deve essere adattata, deve solo essere onesta ed imparziale.
“Le nostre vicende sono state drammatiche, ha continuato, abbiamo vissuto una tragedia, siamo stati vittime di una pulizia etnica. I nostri nonni, tantissimi, sono morti di dolore, di crepacuore a causa dell’Esodo, dell’aver dovuto abbandonare tutto. I nostri genitori, allora giovani, hanno fatto una fatica immensa per darci una vita decente, per farci diventare quello che oggi siamo. Per questo, mio padre è morto.
Siamo gente di mare, raccontando un insieme di ricordi ti travolge. Le nonne, le torture subite da papà, la sua fuga, subito dopo, la mia fuga con la mamma, la tomba con i nostri cari là abbandonati, i nostri morti ammazzati, infoibati, quella tua casa dove sei nata, dove, per pochissimi anni hai vissuto, dove i tuoi genitori si sono amati, dove hanno sofferto il terrore”.
Dopo un’analisi della storia della sua Terra e il racconto della sua esperienza ha concluso con l’affermazione “memoria è il non voler e poter dimenticare”.
Sono intervenuti con le loro testimonianze, anche, Matteo Gherghetta, presidente dell’associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia del Comitato di Milano e il Sig. Grebaz Dino, presidente dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia sezione di Mantova.
                                                                                                                               Prof.ssa Tiziana Piva

                                                                                                                                                            
1
2
3
4
5
6
7
8
1/8 
start stop bwd fwd